Trasmissione e condivisione

Creare una piccola comunità aperta che dialoghi costruttivamente con artisti di diverse discipline come la musica, il disegno luci, la composizione coreografica.
Offrire degli spazi di lavoro in cui approfondire la propria costruzione del gesto, della dinamica, del pensiero.
Il tutto in stretta relazione con il territorio di Anghiari immaginando momenti di relazione con i cittadini per cercare di rompere la barriera del rapporto con la creazione contemporanea e acquisire consapevolezza dello scopo del produrre arte.

Cinque coreografi e i loro interpreti usufruiranno di spazi e di una borsa di studio per incominciare a realizzare il loro progetto coreografico con la costante collaborazione di Anghiari Dance Hub che li accompagnerà nella ricerca di residenze di creazione, di produzioni e diffusione.

Calendario attività 2016/2017:

  • 17 – 25 settembre, prima residenza di lavoro con la partecipazione di Andres Morte
  • 26 – 30 settembre, drammaturgia della danza, Guy Tools
  • 17 – 21 ottobre, relazione con la luce, Gianni Staropoli
  • 22 – 29 ottobre, seconda residenza di lavoro
  • 15 – 18 novembre, relazione con la musica, Matteo Fargion
  • 19 – 25 novembre, terza residenza di lavoro
  • 26 e 27 novembre, presentazione in pubblico dei primi studiNel corso delle residenze di lavoro sono previste “incursioni” di maestri della coreografia contemporanea per offrire uno sguardo esterno ai partecipantiIn periodi da stabilire Cesare Torricelli guiderà le attività di audience development.

Andrés Morte, è uno dei più importanti operatori culturali spagnoli. Ha conseguito presso l’Università di Barcellona la laurea in studi ispanici e, presso l’Università di Zurigo, quella in etnolinguistica.
Fondatore de La Fura dels Baus e direttore del Mercat de les Flors a Barcellona, ha contribuito alla creazione della Barcelona Platò Film Commission e della Barcelona Film Festivals Platform.
Ha lavorato come sceneggiatore con Robert Redford per il Sundance Institute e ha diretto numerosi documentari e opere video presentate in ambito internazionale. Andres Morte è attualmente lettore presso la Scuola Universitaria di Cinema e Comunicazione Visiva di Catalogna (ESCAC), consulente di diversi programmi culturali internazionali e Vice-Presidente della Fondazione Fabbrica Europa, Firenze.

Gianni Staropoli, trasferitosi da Milano a Roma, consegue il diploma di tecnico luci teatrale presso l’ENAIP.  Dal 1997 inizia la collaborazione con Marcello Sambati – Compagnia Dark Camera – al Teatro Furio Camillo di Roma di cui diventerà Direttore Tecnico. Dal 2001 al 2006 lavora come assistente del light designer Roberto De Rubis per numerosi spettacoli in teatro e nei luoghi più suggestivi di Roma.
Nel 2003 intraprende un proprio percorso di studio e ricerca della luce nello spettacolo contemporaneo, seguendo il lavoro di diverse compagnie quali Habillé d’Eau, Ascanio Celestini, Roberto Latini, Filippo Timi, Alessandra Cristiani, De Florian/Tagliarini, Massimiliano Civica, Enzo Cosimi.
Ha tenuto laboratori sul rapporto luce/corpo e sulla scrittura della luce.

Guy Cools, dopo essersi formato come drammaturgo, si è dedicato al nuovo sviluppo della danza nelle Fiandre già dal 1980, inizialmente come critico e dal 1990 come direttore dell’Arts Centre Vooruit a Ghent, Belgio, producendo numerose compagnie di danza internazionali. In qualità di Vice Presidente del Dance Council ha contribuito all’elaborazione delle politiche culturali per la danza presso la Comunità Fiamminga. Ha lasciato poi Vooruit per dedicarsi a tempo pieno alla drammaturgia della danza collaborando, tra gli altri, con Koen Augustijnen, Sidi Larbi Cherkaoui, Akram Khan, Danièle Desnoyers, Sara Wookey, e ritornando alla sua vecchia passione per l’insegnamento e la scrittura.
Con Lin Snelling e Ginelle Chagnon ha sviluppato una serie di workshops a sostegno del processo creativo degli artisti, in particolare coreografi.

Matteo Fargion ha studiato composizione con Kevin Volans e Howard Skempton. Il suo interesse per la danza ha avuto inizio dopo aver visto uno spettacolo di Merce Cunningham a Londra e questo lo ha incoraggiato a candidarsi per il Corso Internazionale per coreografi e compositori durante il quale conobbe il coreografo Jonathan Barrows. Fargion e Burrows hanno lavorato a stretto contatto a una serie di lavori concepiti, creati e presentati insieme, lavori che sono stati apprezzati internazionalmente per la particolare combinazione di rigore intellettuale e humour.Fargion ha composto musica per altri coreografi quali Lynda Gaudreau e Russell Maliphant e ha lavorato soprattutto con la coreografa Siobhan Davies, scrivendo musica e partecipando agli spettacoli in alcune delle sue opere più recenti e significative come The Art of Touch (1995) e Minutes for the Collection (2009). Fargion scrive anche per il teatro, specialmente in Germania, dove ha lavorato per molti anni al Residenz Theater Munich e alla Berlin Schaubuhne con Thomas Ostermeier. E’ professore associato a PARTS (Brussels) dove insegna composizione per coreografi provenienti da tutto il mondo.

PROGRAMMA E TUTORS 2015/2016 (Here you can go to English text >>)

I commenti sono chiusi