Quarta edizione del bando di Anghiari Dance Hub per i giovani coreografi (scadenza 16 marzo 2018)

Anghiari Dance Hub, Centro di Promozione della Danza apre le selezioni per la quarta edizione del bando, nato per fornire a giovani/nuovi coreografi strumenti di approfondimento del proprio percorso creativo.

C’è tempo fino al 16 marzo 2018 per il bando che Anghiari Dance Hub, Centro di Promozione della Danza nato nel gennaio 2015 per volontà di alcuni operatori della danza e del teatro, ideato per fornire a giovani / nuovi coreografi strumenti di approfondimento del proprio percorso creativo.

Il progetto per il periodo settembre – dicembre 2018 prevede l’assegnazione di borse di studio per cinque coreografi under 35 e i loro interpreti, collaboratori o organizzatori e si configura come un percorso di accompagnamento alla creazione nell’ambito del quale gli artisti selezionati avranno la possibilità di confrontarsi con esperti di diversi settori che, attraverso seminari di gruppo e incontri specifici, metteranno a disposizione le proprie conoscenze e il proprio know how con l’obiettivo di supportare la realizzazione dei singoli progetti coreografici.

ADH offrirà i propri spazi per residenze di creazione e collaborerà alla ricerca di altri luoghi di residenza. Il progetto prevede anche un accompagnamento di tipo organizzativo per approfondire le capacità degli stessi autori a dare una struttura efficace alla propria promozione. Nell’arco del progetto i coreografi avranno anche la possibilità di realizzare attività di audience development per sperimentare e approfondire specifiche modalità di sensibilizzazione del pubblico.

Fra i tutor e si segnalano Matteo Fargion, Guy Cools Fabiana Piccioli e Michele Di Stefano.

Le attività avranno inizio il 17 settembre 2018, i coreografi interessati a partecipare al progetto dovranno inviare i materiali richiesti dal bando, scaricabile dal sito www.anghiaridance.eu entro e non oltre le ore 24 di venerdì 16 marzo 2018. La commissione che valuterà i progetti sarà composta da Gianluca Cheli, Andrea Merendelli, Luca Ricci, Maurizia Settembri e Gerarda Ventura.

Per informazioni è possibile contattare la direttrice artistica Gerarda Ventura scrivendo una mail a direzione@anghiaridance.eu o Alessandra Stanghini a organizzazione@anghiaridance.eu

SCARICA QUI: bando-anghiari-dance-hub-2018

Il progetto artistico

Con una lenta accelerazione, ma che sembra non possa più arrestarsi… così è nato il Centro di Promozione della Danza di Anghiari, un “fulcro” – una possibile traduzione di hub – al servizio di giovani coreografi. Negli anni recenti diverse iniziative sono sorte per dare visibilità ad artisti della danza che operavano nella penombra, alla ricerca di possibilità di confronto e di crescita. Le varie vetrine hanno avuto un ruolo fondamentale per molti coreografi. Molte delle prove dei giovani artisti manifestano chiaramente numerose lacune, cioè la mancata padronanza di quegli elementi fondanti la creazione coreografica, nonché la capacità di saper tradurre in un luogo così pregnante e particolare il proprio pensiero. Non si tratta quindi di “formare” ma di trasmettere delle competenze, delle metodologie di cui gli artisti possano poi liberarsi per elaborare la propria specifica capacità creativa e anche per evitare la proliferazione di epigoni.

Le linee di azione del progetto triennale

Nel corso del triennio, dieci giovani coreografi saranno selezionati tramite bando pubblico. La partecipazione al bando prevederà la presentazione di un progetto coreografico in fieri e saranno privilegiati quei progetti che prevedano coreografie di gruppo. Nel progetto dovranno anche essere indicate le attività di sensibilizzazione del pubblico che i coreografi intendano realizzare con studenti e adulti residenti sul territorio. Gli artisti selezionati usufruiranno di borse di ricerca durante i periodi di lavoro presso il Centro. I coreografi selezionati usufruiranno di momenti seminariali insieme ai loro interpreti, singolarmente o collettivamente, saranno accompagnati nella ricerca di produttori e distributori e presenteranno in pubblico sia fasi intermedie di lavoro che il risultato finale.